21 gennaio 15

621° Carnevale di Putignano, cartellone ricco di novità

621° Carnevale di Putignano, cartellone ricco di novità

Tradizione, solidarietà, cultura, bambini, turismo e tecnologia. Sono queste le parole d'ordine attorno a cui si svilupperà il ricco cartellone di eventi della 621esima edizione del Carnevale di Putignano, presentato questa mattina nella sala conferenze di Pugliapromozione in Fiera del Levante.

Un incontro con la stampa sui generis, iniziato in modo non convenzionale con Farinella e i clown di «Dottor Sorriso» che hanno creato scompiglio in sala, facendo indossare a tutti i presenti un naso rosso.

Un modo per «per azzerare le distanze fra chi fa il Carnevale, chi lo vive e chi ne scrive», come ha spiegato il direttore artistico Fabio Di Credico a cui è stato affidato il compito di raccontare le tante novità di questa edizione.

«Abbiamo cercato di avvicinarci al Carnevale di Putignano con il grande rispetto che merita un evento con 621 anni di storia e siamo partiti dalla voglia di volerlo raccontare ai più giovani. Non a caso il primo tassello del programma è una mostra fotografica che verrà allestita in Corso Umberto I - ha detto Di Credico -. Racconteremo attraverso le foto dei carnevali degli anni '50 un decennio che ha rappresentato una grande rivalsa per il territorio putignanese. Ma non solo. Porteremo il Carnevale nei luoghi di studio comel'Università, con un incontro in cui racconteremo come si può pensare cultura di massa, e con degli incontri nelle scuole primarie di Putignano. La grande novità di quest'anno, poi, è certamente l'app ufficiale che, grazie a dei trasmettitori di prossimità sui carri, consentirà ai nostri smartphone di interagire con gli stessi. In questo modo si potranno conoscere i dettagli tecnici, la storia e far parte della giuria interattiva, votando in diretta il proprio gigante di carta preferito. Abbiamo cercato di strutturare un programma ambizioso, che non prescinda dalla centralità dei carri e dei maestri cartapestai, ma che parli alla gente, soprattutto ai più piccoli. Per loro ci saranno unarassegna teatrale, una cinematografica e una letteraria tese a creare memoria, per dar vita al passato del domani. In questa ottica rientra anche la costruzione della campagna di comunicazione studiata dalla Never Before Italia. Infine, una cosa a cui teniamo particolarmente è che questa sarà un'edizione accessibile al 100% anche grazie al contributo della sezione locale dell'Unitalsi. Un modo per consentire a tutti di godere della bellezza delle sfilate».

In conferenza è intervenuta anche Silvia Godelli, Assessore regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo: «Il Carnevale è un appuntamento ormai sentimentale. Lo rilanciamo ogni anno con caratteristiche sempre più attrattive ed è per questo che è diventato l'anima del territorio. Un segno di riconoscimento. Quando ho iniziato questo percorso da assessore chiesi che questo evento potesse non solo diventare attrattore turistico, ma che avesse anche uno sguardo all'internazionalizzazione. Ecco oggi posso dire che di anno in anno questo risultato lo stiamo raggiungendo. Il fatto che siamo qui a Puglia Promozione a presentarlo ne è la dimostrazione».

«Ai miei ho detto che l'errore è sempre in agguato, quindi l'importante è inventarcene di nuovi e non commetterne di vecchi - ironizza il Sindaco di Putignano, Domenico Giannandrea -. In questa edizione abbiamo voluto scommettere sull'innovazione, strizzando l'occhio ai più giovani in modo da farlo diventare un attrattore per un target fino a ora più distante. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione fra le istituzioni che sono il vero motore di eventi di questa portata».

Insomma tantissime novità per l'edizione 2015 guidata dal nuovo presidente della Fondazione Carnevale di Putignano Giampaolo Loperfido: «Il Carnevale non è solo una manifestazione di Putignano, ma una festa per tutti, con delle radici culturali profonde e una tradizione secolare importantissima. Per questo il mio invito a visitarlo e a godere del suo bellissimo spettacolo è rivolto davvero a tutti. A tal proposito colgo l'occasione per ringraziare l'assessore alla mobilità del Comune, Luciana Laera, che ha stretto un accordo con le Ferrovie Sud Estche metteranno a disposizione dei visitatori del Carnevale due corse speciali serali in occasione dei due big event del giovedì con Madh e Dj Albertino, per garantire anche la sicurezza negli spostamenti per i più giovani».

Grande attenzione, quindi, anche all'aspetto logistico e turistico del Carnevale, come dimostra la stessa collaborazione con Puglia Promozione e Puglia Events, partner di questa edizione.

«I turisti della Puglia dicono che la nostra è una terra autentica, per le sue tradizioni vere, e contemporanea, perché queste stesse tradizioni sanno evolversi.  Il Carnevale è questo: tradizione esistente e vera che si sa evolvere ogni anno - spiega Giancarlo Piccirillo, direttore di Pugliapromozione -. Nella strategia di promozione è uno dei grandi eventi su cui la Regione ha deciso di puntare. Noi cerchiamo di guardare a tutta il territorio guardando quali possono costituire un pretesto di viaggio nella nostra terra e promuovere il Brand pugliese».

«Puglia Events nasce per promuovere tutti gli eventi culturali unendoli alla promozione del territorio - aggiunge Viviana Neglia, responsabile del progetto Puglia Events - e siamo molto contenti dell'iniziativa nata dalla Fondazione che ci ha coinvolto nella realizzazione della Farinella Card, sintesi della promozione dell'evento stesso Carnevale e di tutto il territorio. Un progetto che abbiamo sposato con grande interesse e che siamo convinti possa essere replicato anche nel nuovo portale che stiamo realizzando per il portale turistico viaggiareinpuglia.it».