20 gennaio 15

Puglia Open Days e Discovering Salento: boom di visitatori e infinite emozioni

Puglia Open Days e Discovering Salento: boom di visitatori e infinite emozioni

La scoperta del territorio passa attraverso le emozioni che trasmette e le esperienze offerte a chi decide di attraversarlo. E' questa la chiave dell'indiscusso successo di Puglia Open Days e Discovering Salento, i due grandi progetti di valorizzazione territoriale promossi da Pugliapromozione che hanno fatto scoprire  gratuitamente e in modo innovativo musei, siti archeologici, castelli, cattedrali, teatri, aree archeologiche, centri storici parchi naturali, borghi rurali, cantine e masserie didattiche, luoghi noti affianco a gioielli d'arte meno conosciuti, autentici e  affascinanti, finalmente resi fruibili.

Il bilancio è più che positivo, quasi 300mila mila persone hanno scoperto la Puglia con questi due progetti che ha fatto vivere  ai turisti esperienze particolari grazie ai  laboratori artigianali e alle  attività alla scoperta dei riti del Salento in un momento dell'anno favorevole per conoscere le tradizioni e la preziosa offerta di prodotti tipici e della cucina pugliese che culminano nel periodo di Natale. Protagoniste le bellezze di Puglia dal Gargano al Salento in 104 Comuni.

"Sulla scia delle attività, degli eventi e dei beni culturali che Pugliapromozione, grazie anche alla cooperazione tra pubblico e privato, ha organizzato in rete già con Puglia Open Days su un territorio di forte richiamo turistico le attività di Discovering Salento -sottolinea Giancarlo Piccirillo, direttore di Pugliapromozione- hanno consentito ai nostri ospiti di vivere momenti indimenticabili  insieme alle comunità locali che hanno potuto così accrescere la  loro consapevolezza di vivere in una terra  veramente bella e ricca di fascino e tradizioni".

Tra le attività al primo posto le iniziative legate ad Arte e Cultura che  hanno accolto il 76,3% dei visitatori, mentre le città più visitate sono state Lecce, in particolare per il sightseeing tour in minibus elettrico, Manduria con gli appuntamenti tra arte e gusto di "Tesoro Salento", Supersano con i laboratori del gusto in masseria e Ugento per le attività sportive all'aria aperta.
Tra le attività più partecipate ci sono anche  gli appuntamenti tra arte e gusto di "Tesoro Salento"   a Latiano, Brindisi e Mesagne, le visite con improvvisazione teatrale nei vari Comuni salentini, le attività sportive  all'aria aperta a Corsano, Porto Badisco, Porto Selvaggio e presso il Parco Agricolo dei Paduli. Successo anche delle attività per bambini, tra cui i laboratori artistici "Salento Green Painting for kids", presso la Chiesa di San Francesco della Scarpa e il Museo Provinciale Sigismondo Castromediano, dove grandi emozioni hanno suscitato anche le attività "Non solo con gli occhi", visite guidate multisensoriali per tutti, inclusi non vedenti e ipovedenti.In coerenza con Puglia For All, la maggior parte delle attività  di Discovering Salento sono state ideate con particolare attenzione alle esigenze specifiche degli utenti, prevedendo sempre, su prenotazione, interpreti LIS.
Boom di visite e prenotazioni anche per gli appuntamenti Puglia Open Days, conclusisi il 3 gennaio, che hanno registrato in tutta la Puglia circa 200 mila visitatori da aprile 2014 a gennaio 2015.  Le attività Puglia Open Days si sono aperte con i quattro appuntamenti del periodo primaverile a ridosso di ponti e festività che hanno visto oltre 11.000 partecipanti. Per tutta l'estate, poi, da luglio a settembre, ad esplorare la Puglia e le sue bellezze sono stati in 170.000. Gli ultimi quattro appuntamenti invernali hanno infine visto la partecipazione di 18.700 ospiti, confermando  che la Puglia attrae non solo d'estate.

ll Salento è stata  l'area che ha avuto il maggior numero di visitatori (35% del totale).In oltre 70.000 hanno infatti preso parte alle attività di Puglia Open Days.
Nella top ten regionale dei siti più visitati di Puglia nei sabato sera Puglia Open Days figurano il Duomo e la Basilica di Santa Croce di Lecce, il Polo Museale di Gallipoli e Palazzo Granafei Nervegna a Brindisi.
Tra le città pugliesi più visitate svettano Lecce, Gallipoli e Brindisi.
I turisti hanno riscoperto inoltre il piacere di assaporare le bellezze dei tesori nascosti di Puglia, anche passeggiando nei piccoli borghi, alla ricerca di scorci da immortalare. Tra i centri storici più visitati ci sono Oria, Specchia e Castro.
Inoltre, tra le attività per i più piccoli, Puglia Open Days For Kids, grande affluenza hanno registrato i laboratori della cartapesta al Castello Carlo V di Lecce, i laboratori al MAPRI di Brindisi e al MUST di Lecce, oltre alle attività di trekking urbano a Tricase, Otranto, Galatina, Gallipoli, Maglie. E infine, anche le passeggiate in bicicletta nei centri storici di Botrugno e San Cassiano hanno visto protagoniste tante famiglie, così come durante le passeggiate nei centri storici di numerosi comuni salentini.
Anche le attività Puglia Open Days For All che hanno permesso di garantire un'offerta fruibile a tutti, grazie a itinerari nei centri storici pensati per venire incontro alle esigenze specifiche dei turisti, hanno registrato grande affluenza,in particolare le visite guidate nei centri storici di Gallipoli, Lecce, Manduria e Brindisi.

Con #PugliaOpenDays e #DiscoveringPuglia la condivisione delle esperienze vissute in quest'anno ricchissimo di appuntamenti è stata importante. Foto, video, post continuano ad animare, promuovere e raccontare all'agorà virtuale le bellezze pugliesi, gli scorci più inediti, facendo viaggiare gli utenti dei principali social network, in un vortice di colori e meraviglie.