3 aprile 18

PROGETTO ARTVISION ENHANCING TOURISTIC DEVELOPMENT AND PROMOTION THROUGH PRISM OF CULTURE. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA-CROAZIA 2014-2020

PROGETTO ARTVISION ENHANCING TOURISTIC DEVELOPMENT AND PROMOTION THROUGH PRISM OF CULTURE. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA-CROAZIA 2014-2020

L'arte e l'espressione culturale sotto forma di valorizzazione turistica di destinazioni meno conosciute delle due coste del Mare Adriatico sono stati i temi della conferenza di lancio del progetto ArTVision+ questa mattina presso il Cineporto di Bari, nel Padiglione 180 della Fiera del Levante.
Il progetto ArTVision+ (Enhancing touristic development and promotion through prism of culture) rientra tra I 22 progetti approvati nell'ambito della prima Call per i progetti "Standard +" del programma INTERREG Italia ¿ Croazia 2014-2020, con un budget totale di 1.006.360,00 euro. ArTVision+ capitalizza i risultati e la metodologia di sviluppo del precedente progetto ArTVision, finanziato nell'ambito del Programma IPA Adriatic CBC 2007-2013 e conclusosi a gennaio 2016.
La conferenza è stata aperta da Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, seguito da Maria Teresa De Gregorio, Direttore del Dipartimento Cultura)  Regione Veneto ¿ Partner di progetto; Matteo Minchillo, Direttore Generale ad Interim di Pugliapromozione e Valerij Jure¿i¿, Project manager Lead Partner Contea Croata Primorje Goranska;
Al termine della conferenza è seguita la prima riunione di partenariato (Kick off meeting) ospitata da PugliaPromozione. Durante l'incontro, i partner del progetto ArTVision+ hanno stabilito la tempistica, i ruoli e le fasi di l'implementazione delle attività.
Durante i 18 mesi del progetto, i 4 partner provenienti dall'Italia e 3 dalla Croazia lavoreranno insieme per raggiungere gli obiettivi e i risultati attesi del progetto. I 4 partner italiani sono: Fondazione Pino Pascali - Museo di Arte Contemporanea, Agenzia Pugliapromozione, Università Ca Foscari di Venezia e Regione del Veneto, mentre la Contea Primorje-Gorski Kotar (partner capofila), l'Ufficio del Turismo della Regione del Quarnero e il Museo di Belle Arti sono i 3 partner dalla Croazia.
Il progetto ArTVision+ si basa su problemi e conclusioni precedentemente identificati nell'ambito del progetto ArTVision, offrendo ulteriori soluzioni, incoraggiando la prosecuzione della cooperazione interregionale nel campo della promozione di destinazioni meno conosciute attraverso il patrimonio culturale e artistico. L'idea principale del progetto ArTVision+ si fonda su un nuovo ed innovativo concetto di promozione del prodotto turistico. La promozione turistica favorisce solitamente le destinazioni più conosciute, sorge quindi la necessità di una valorizzazione di qualità delle destinazioni meno popolari, attraverso il prisma della cultura. Con questo progetto le destinazioni meno note saranno incluse in nuovi pacchetti ed itinerari turistici transfrontalieri, presentando il loro patrimonio culturale ai turisti e realizzando una collaborazione di qualità tra artisti e organizzatori dell'offerta turistica. Con misure innovative nel campo della presentazione, della comunicazione e dell'organizzazione nella cultura, l'obiettivo generale del progetto è quello di utilizzare il valore e il potenziale della cultura come asset di sviluppo del turismo sostenibile, interconnettendo tre macro aree di attività:
1. Sviluppo di una campagna promozionale intensiva e sistematica che esalti le destinazioni meno conosciute, che saranno raccontate attraverso un video realizzato da artisti selezionati. Sarà sviluppata anche una piattaforma IT come mappa interattiva delle due aree dell'Adriatico, dove artisti e produttori culturali saranno liberi di presentare il proprio lavoro, le proprie espressioni e la propria esperienza.
2. Laboratori didattici rivolti a studenti, giovani, artisti, organizzatori di eventi turistici, in cui saranno presentati nuovi metodi per la produzione di contenuti artistici. Il valore aggiunto è rappresentato dall'esperienza acquisita nel precedente progetto ArTVision dagli studenti e dai produttori di video e che diventa metodologia dei nuovi laboratori. Inoltre, i laboratori favoriscono la cooperazione tra le due sponde dell'Adriatico perché gli operatori coinvolti provenienti da diverse aree lavoreranno insieme, confrontandosi su diverse tematiche nel settore culturale e turistico.
3. Cooperazione commerciale attraverso lo sviluppo di una piattaforma informatica virtuale, multilingue, facile da usare e che consentirà lo scambio di contenuti culturali tra i due Paesi. In questo modo, gli artisti provenienti dall'Italia potranno essere coinvolti nella programmazione culturale croata e viceversa e potranno crearsi collaborazioni tra artisti provenienti da diversi territori. La piattaforma avrà una duplice funzione: promozione della destinazione turistica attraverso il prisma culturale e miglioramento della cooperazione transfrontaliera.
I risultati attesi sono: aumento del numero di visitatori presso le località turistiche meno conosciute, creazione di nuovi itinerari turistici collegati per la promozione delle destinazioni meno note, aumento del numero di artisti che desiderano promuovere il proprio lavoro attraverso la produzione di video e del numero dei studenti formati, incremento del numero di operatori del settore che offrono nuovi prodotti turistici.