449 elementi trovati
[Primo/Precedente] 36 | 37 | 38 | 39 | 40 | 41 | 42 | 43 [Prossimo/Ultimo]
12 settembre 13

Le imprese di Del Giudice

Le imprese di Del Giudice

E' giunto a Gerusalemme il camminatore pugliese Michele del Giudice, partito a piedi da Monte Sant'Angelo il 27 maggio per un viaggio che l'ha portato ad attraversare lentamente la Puglia, la Grecia, la Turchia, Cipro e Israele.

 Poco più di tre mesi, oltre cento tappe, per percorrere in solitaria quasi tremila chilometri, giungere alla Città Santa, salire il Golgota e recarsi al Santo Sepolcro: un'impresa che ha molti significati, non certamente soltanto sportivi.

 "Continuano a stupire le imprese di Del Giudice" - commenta l'assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo di Regione Puglia, Silvia Godelli - " dopo soltanto un anno da quando raggiunse Monte Sant'Angelo da Mont Saint Michel, in Normandia, affrontando anche in quella circostanza quasi 2.500 km".

 Era questo il sogno di Michele, dopo il "Cammino dell'Angelo", portare a termine il "Cammino di Dio": unire idealmente l'Europa al Mediterraneo, portando un messaggio di speranza e di pace. Ma anche offrire alla sua Puglia importanti connessioni con gli altri Paesi, nell'ambito del programma "Itinerari Culturali" del Consiglio d'Europa, con particolare riferimento a quelle "Vie Francigene" che si offrono come modello di incontro tra i popoli, tra le culture e tra le fedi religiose, oltre che come modello di sviluppo locale sostenibile e nuovo percorso turistico per chi cerca esperienze ed emozioni autentiche.

 "Assegneremo a Michele un riconoscimento il prossimo ottobre a Foggia, la sua città, che non a caso ospiterà il summit delle Regioni europee della Via Francigena" - prosegue l'assessore Godelli - "nell'ambito della importante Assemblea generale dell'Associazione Europea che rappresenta l'itinerario presso il Consiglio d'Europa: un segno della nostra stima e del nostro affetto verso un pugliese capace di dimostrare l'amore per la sua terra sfidando se stesso, con grande sacrificio ma anche con grande gioia".

 L'appuntamento per festeggiare il ritorno del pellegrino di Puglia sarà dunque il 18 ottobre presso il Quartiere Fieristico di Foggia, nella cornice più adatta della manifestazione "Vie Sacre".

10 settembre 13

Nominati i vincitori del Premio Internazionale di Fotografia "La Settimana Santa in Puglia, i luoghi della passione"

Nominati i vincitori del Premio Internazionale di Fotografia

Si è riunita a Molfetta (ba) sabato 7 settembre, presso il Museo Diocesano, la giurìa del Premio Internazionale di Fotografia "La Settimana Santa in Puglia, i luoghi della passione". La giurìa era composta da Giovanni Berengo Gardin fotografo, Robert Denis Curtis vicepresidente della  Fondazione Forma, Laura Serani art curator indipendente, Cosmo Laera,  Direttore artistico del concorso, Giancarlo Piccirillo, direttore di Puglia Promozione, Enzo Quarto giornalista RAI3, Antonella Gaeta presidente di Apulia Film Commission e Gaetano Armenio dell'associaizone opera di Molfetta.

Il concorso fotografico (www.settimanasantainpuglia.it), organizzato dall'Associazione Opera di Molfetta e dall'Agenzia Puglia Promozione, in collaborazione con l'Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della regione Puglia, e con la direzione artistica di Cosmo Laera, ha visto la partecipazione di circa n. 250 fotografi da tutt'Italia e anche dall'estero registrando un successo straordinario di adesioni a dimostrazione della grande valenza culturale e artistica dei riti pasquali della Puglia.

I partecipanti al premio erano invitati a confrontarsi con il tema della SETTIMANA SANTA IN PUGLIA attraverso una riflessione ed un approfondimento degli elementi caratterizzanti e delle attività con cui questi eventi si collocano al centro di una realtà contemporanea. In tal senso l'autore poteva proporre i propri elaborati utilizzando tutte le possibilità che la fotografia può offrire sia in senso tecnico sia come scelta di genere: reportage, fotoracconto, ritratto, messe in scena, ambientazioni, ricerche d'archivio, fotomontaggio, video proiezione, fotografia in movimento, installazioni ecc.

La finalità del premio era rivolta ad ottenere una lettura approfondita ed una interpretazione personale degli eventi e dei risvolti sociali ed ambientali che ne derivano o ne fanno parte.

Aperto a tutti, fotoamatori e professionisti della fotografia, il concorso fotografico "la Settimana Santa in Puglia, i luoghi della passione", alla sua prima edizione, prevede per il primo classificato un premio di  5.000,00 come acquisizione del suo progetto fotografico; mentre per il secondo e terzo classificato, una settimana di accoglienza in Puglia, ospiti nella nostra regione, per produrre una ricerca fotografica sul territorio sul tema della Settimana Santa.  Inoltre la selezione di 50 autori per la realizzazione di un archivio online e  la realizzazione di una mostra fotografica e di un catalogo.

I progetti sono stati visionati in forma anonima, in modo da garantire nessun tipo di condizionamento e dopo un'attenta e scrupolosa analisi dei lavori, la giurìa all'unanimità ha decretato i seguenti vincitori:

Primo Premio -  Michele Sorrentino (Napoli) con il progetto fotografico dal titolo: "LA DESOLATA" realizzato nel 2013 a Canosa di Puglia e premiato con la seguente motivazione: "Per aver realizzato un reportage fotografico di forte impatto emotivo e in piena coerenza con il tema proposto. Per aver saputo evidenziare il pieno coinvolgimento dei partecipanti al rito." Secondo PREMIO - Angelo Federico Annicchiarico (Roma) con il progetto fotografico dal titolo: "SETTIMANA SANTA: FOTORACCONTO" realizzato dal 1999 al 2012 e premiato con la seguente motivazione: "Per aver costruito una storia con efficacia e sintesi narrativa. Per aver scelto un linguaggio fresco e contemporaneo capace di dialogare con la fotografia di grande tradizione." Terzo  PREMIO - Manlio Capaldi (Bari) con il progetto fotografico dal titolo: "MESSA IN OPERA" realizzato nel 2013 e premiato con la seguente motivazione: "Per aver creato delle immagini di forte impatto simbolico e per l'utilizzo creativo delle tecniche di manipolazione fotografica."

MENZIONE SPECIALE DEL PRESIDENTE  a Francesco "Ninni" Pepe (Fasano-Br) con il progetto fotografico dal titolo: "LA SETTIMANA SANTA BREVE" realizzato nel 2013 e premiato con la seguente motivazione: "Per aver realizzato un progetto fotografico di particolare originalità, distinguendosi con immagini capaci di valorizzare al massimo il linguaggio della messa in scena."

La premiazione dei vincitori avverrà nei prossimi mesi.

23 agosto 13

ESTATE 2013 IN NEGATIVO PER IL TURISMO IN ITALIA, SOPRATTUTTO SUL FRONTE DOMESTICO

No image

ESTATE 2013 IN NEGATIVO PER IL TURISMO IN ITALIA, SOPRATTUTTO SUL FRONTE DOMESTICO, COMPLICI RECESSIONE ECONOMICA E SCARSA COMPETITIVITA'

I risultati dell'indagine congiunturale sulle aspettative degli operatori turistici italiani per il semestre Maggio-Ottobre 2013

Una diminuzione dei turisti stranieri a fronte di una contrazione più consistente per i turisti italiani in Italia, in linea con i trend negativi forniti a consuntivo della stagione invernale 2012-2013 e per l'estate 2012. Calo significativo anche per il fatturato totale generato dal turismo nel nostro Paese, mentre flessione più contenuta per la propensione dei nostri connazionali a fare una vacanza all'estero, che comunque rivolgeranno il loro interesse soprattutto verso mete europee vicine a casa e a buon mercato.

Queste, in estrema sintesi, le aspettative degli operatori del settore, emerse dall'ultima indagine congiunturale organizzata nella seconda metà di aprile dal CISET presso un campione rappresentativo di imprese turistiche italiane, e giunta alla 43esima edizione.

Secondo gli operatori intervistati, tra Maggio e Ottobre 2013 gli arrivi stranieri dovrebbero calare del -1,6% rispetto allo stesso semestre del 2012, mentre le presenze del -1,8%. Pur con il segno meno, tale andamento risulta migliore rispetto a quello registrato nell'estate 2012. Più significativa la diminuzione dei flussi di turisti italiani, che dovrebbe toccare il -7,6%, mentre le presenze dovrebbero contrarsi del -8,0%. Previsioni pessimistiche anche per l'andamento del fatturato dei turismo in Italia (-7,8%) rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente.

In allegato il comunicato integrale

22 agosto 13

Bilancio dell'estate turistica: la Puglia tiene grazie ai turisti stranieri

Bilancio dell'estate turistica: la Puglia tiene grazie ai turisti stranieri

La Puglia sta puntando sui turisti stranieri ai quali può offrire non solo il mare, ma un'esperienza autentica  nel campo della natura, cultura e gusto. Passata la fase di punta di ferragosto, un primo bilancio dell'estate  conferma che la strategia è giusta . Collocandosi fra le destinazioni che, oltre al mare, offrono  anche cultura ed eventi la Puglia, stando alle prime anticipazioni raccolte dal Sole 24 Ore, risulta al secondo posto tra le Regioni italiane dopo la Sicilia e insieme alla Sardegna,  con un più 5%. "Merito  dell'appeal che la Puglia esercita nei confronti dei turisti stranieri, osserva l'Assessore Silvia Godelli; si tratta di una tendenza che di anno in anno si fa più corposa e che ci ha permesso di compensare il calo della domanda interna, colpita dalla crisi nell'intero Paese. La Puglia  complessivamente sta reggendo, e avanza per quanto concerne gli arrivi dall'estero, consentendo a tutti, compresi gli operatori, di attraversare questa fase difficile guardando ottimisticamente al futuro."

Il trend positivo è confermato da Aeroporti di Puglia, che in agosto ha registrato un interessante aumento dei passeggeri internazionali. L'appeal della Puglia è attestato indirettamente anche da Trenitalia, che ha registrato i maggiori flussi di viaggiatori lungo la costa Adriatica verso la Puglia e la Calabria, mentre  il motore di ricerca hotel Trivago ha  registrato il tutto esaurito a ferragosto nelle  localita' di mare pugliesi, con Valle d'Itria, Salento e Gargano a farla da padroni.

Giuste quindi le previsioni fatte per la Puglia dal Touring Club e da altre società di ricerca che prevedevano una sostanziale tenuta del turismo in Puglia. Anche guardando i dati  in possesso di Pugliapromozione, l'Agenzia Regionale del Turismo, su 1450 strutture ricettive (30% dell'universo) che hanno comunicato i dati Luglio, si registra un 0,61 % di arrivi. "Non si tratta di un campione statisticamente rappresentativo, ma di una "prima proiezione" - commenta il direttore generale di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo - Dunque sicuramente una tendenza generale si può ricavare, e si può dire che ci si può ragionevolmente attendere una sostanziale tenuta della Puglia rispetto ai dati del 2012. Che in tempi di crisi non è poco". Per leggere meglio il dato "statistico", ancora parziale e suscettibile di aumentare o diminuire, bisogna ricordare che questo seppur lieve calo si riferisce ai flussi ufficiali,  mentre anche l'indagine di CRA  ha verificato la tendenza  prevalente  in Puglia a utilizzare case in affitto o forme di ospitalità più economiche  che sfuggono alle statistiche ufficiali. Una conferma arriva anche  da Subito.it che ha stilato la classifica che riguarda le case vacanze:  nei mesi che precedono la partenza per le ferie meta in assoluto più cliccata  dagli italiani  è  stata la Puglia, seguita da Sardegna al secondo posto e Sicilia al terzo.

Anche la stampa internazionale conferma lo straordinario favore cui va incontro in questa fase il nostro territorio. Puglia, Where leaving is easy: questo il titolo di un lungo articolo corredato di bellissime foto, apparso, a firma del giornalista John Henderson  sul Tampa Bay Times, pubblicazione della  Florida che descrive la Puglia come una terra di una bellezza scintillante, dove si può passeggiare lentamente e gustare pietanze semplici, eppure prelibate.  Anche gli Americani , dopo Giapponesi, Tedeschi e Spagnoli, Russi, Inglesi e Francesi, scoprono e si appassionano sempre di più alla Puglia, tanto da dedicarle lunghi articoli su importanti testate, come lo stesso  New York Times che ha elogiato la bellezza di viaggiare in Puglia anche di inverno, grazie alla campagna e alle masserie,veramente uniche.

26 luglio 13

La Puglia in testa alle classifiche delle mete turistiche più gettonate in Italia. Dicono di noi

La Puglia in testa alle classifiche delle mete turistiche più gettonate in Italia. Dicono di noi

Dove andranno in vacanza questa estate gli  italiani?  Resteranno prevalentemente in Italia e, se scelgono il mare, verranno in Puglia.

A confermare questa intenzione sono ben due indagini che arrivano allo stesso risultato: quella on line del centro Studi  del Touring Club Italiano e quella dell'Osservatorio Europcar-Doxa sugli stili di vacanza degli italiani. La crisi influenza le scelte, ma circa metà degli italiani anche quest'anno partiranno e il mare resta la destinazione numero uno.

Dai dati raccolti dal Touring emerge tra le regioni più scelte, subito dopo il Trentino-Alto Adige (20%),  proprio la Puglia (14%), con  Salento, seguito da isole Tremiti  e Gargano.

La Puglia è in testa anche alla classifica delle mete italiane prescelte nell'indagine Europcar-Doxa: sembra sia riuscita a sfuggire all'immagine di  una ridotta identità delle altre destinazioni che, agli italiani, "sembrano tutte uguali" e quindi intercambiabili con offerte più vantaggiose. "La Puglia ha saputo imporsi a livello nazionale e internazionale come destinazione top, anche per la qualità dei servizi offerti", commenta Barbara Gallucci, autrice di Qui Touring e di un seguitissimo blog.

In allegato il comunicato completo

18 luglio 13

Cinque ottime ragioni per aderire immediatamente a SPOT

No image

La Regione Puglia e l'Agenzia del Turismo Pugliapromozione, tra le prime in Italia, adottano la trasmissione telematica dei dati sul movimento turistico nella regione ed entra a pieno regime SPOT (Sistema Puglia per l'Osservatorio Turistico), il software che consente agli operatori turistici di rilevare i dati statistici e di trasmetterli utilizzando il web.

Con SPOT i titolari delle strutture ricettive hanno a disposizione un servizio gratuito che li agevola nella raccolta dei dati statistici, obbligatoria per legge, e supporta sia le singole strutture sia l'intero sistema turistico regionale nell'analisi tempestiva delle informazioni quali/quantitative sul movimento dei clienti, necessarie per elaborare strategie di marketing e di vendita dell'offerta e per comprendere i mutamenti della domanda.

SPOT è obbligatorio dal 1° gennaio 2013, pena sanzione amministrativa, ai sensi della Legge Regionale n. 18/2012 e delle Delibere della Giunta Regionale 2799/2012 e 1186/2013. Quest'ultima DGR agevola la trasmissione dei dati fissando due scadenze mensili: il 1° e il 16 di ogni mese.

SPOT sostituisce la preesistente procedura di invio dei modelli cartacei (Tavole di spoglio ISTAT A1 e A2), con evidenti vantaggi. Ecco 5 ottime ragioni per aderire immediatamente a SPOT:

1)  Semplifica e ottimizza il processo di rilevazione e analisi dei dati; il sistema consente la compilazione diretta delle informazioni statistiche durante le operazioni di check-in e check-out e l'immediata trasmissione al database regionale

2)  Elimina i consumi di carta; SPOT non richiede il supporto di nessun modulo cartaceo in quanto la trasmissione dei dati avviene direttamente attraverso internet 

3)   Migliora i tempi di consegna; i titolari delle strutture ricettive non devono più consegnare i moduli ISTAT nelle sedi di competenza dell'Agenzia Pugliapromozione ma possono trasmettere in qualsiasi luogo e momento  

4)  Consente di disporre in tempo reale dei dati quali/quantitativi sul movimento turistico (arrivi, presenze, permanenza media, età, sesso, mezzo di trasporto utilizzato, motivo del viaggio, etc) delle singole strutture e di tutto il sistema ricettivo regionale

5)    Dal 1° gennaio 2013 SPOT è obbligatorio e a partire dal 1° luglio 2013 per tutti i titolari delle strutture ricettive che non si sono ancora adeguati alla legge regionale è prevista una sanzione amministrativa.  

SPOT, realizzato da InnovaPuglia - la società per la programmazione strategica a sostegno dell'innovazione ICT (Information and Communication Technology), è disponibile in due versioni: SPOT Completo per le strutture che non utilizzano gestionali e SPOT Base che si interfaccia con gli applicativi gestionali. 

Tutte le informazioni sulle modalità di adesione sono disponibili su http://www.agenziapugliapromozione.it/portal/spot.

 

18 luglio 13

La Puglia alla Villette di Parigi

La Puglia alla Villette di Parigi

Sabato 20 e domenica 21 luglio 2013 Parc de La Villette a Parigi ospita Les Pouilles à la Villette, due giorni dedicati ai suoni e alle tradizioni pugliesi con le esibizioni del gruppo salentino Officina Zoè e della Banda Grande Orchestra di Fiati di Conversano Gioacchino Ligonzo, performance e laboratori dedicati a musica e cucina, danze popolari e cartapesta condotti da DonPasta, Maristella Martella e Deni Bianco. Una grande festa dedicata alla Puglia, realizzata in collaborazione con Puglia Sounds e Puglia Promozione, che presenta in diversi luoghi di Parc de La Villette - complesso culturale tra i più importanti e prestigiosi in Europa - uno spaccato dei suoni, delle danze e delle tradizioni ancora vive in una delle regione italiane più conosciute e apprezzate in Francia. Ancora una volta la musica e le specificità culturali pugliesi diventano, grazie alla sinergia tra i soggetti promotori, gli elementi per promuovere la Puglia come destinazione turistica all'estero. 

Les Pouilles à la Villette è organizzata nell'ambito della rassegna Scènes d'étè e inaugura le iniziative di "Suona italiano" uno dei più importanti festival di cultura italiana mai realizzati in Francia ¿ terza edizione realizzata dalla Fondazione Musica per Roma con il sostegno di Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca, Ministero degli Affari Esteri, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, S.I.A.E., l'Ambassade de France en Italie, Ministère de la Culture et de la Communication en France Fondazione Nuovi Mecenati.

Sabato 20 luglio ad aprire Le Pouilles à la Villette il workshop sulle maschere in cartapesta condotto da Deni Bianco (Praire du Triangle dalle ore 15.00), maestro cartapestaio del Carnevale di Putignano, a seguire spazio alle danze tradizionali con il laboratorio su pizzica e tarantella condotto da Maristella Martella (dalle ore 16.00 Grande Hall Sous le Pèristyl), danzatrice de La Notte della Taranta e la grande tradizione bandistica pugliese con il concerto della  Banda Grande Orchestra di Fiati di Conversano Gioacchino Ligonzo che presenterà un repertorio interamente dedicato a Giuseppe Verdi per celebrarne il bicentenario della nascita (dalle ore 18.00 Place de la Fontaine aux Lions). La chiusura della prima giornata è affidata alla performance Wine Sound System  di DonPasta, una degustazione musicale e eno-dj set con musica e vini pugliesi (ore 19.00 presso lo stand di Puglia Promozione a Puglia a Parc de La Villette). Domenica 21 luglio la seconda giornata Le Pouilles à la Villette prende il via con un viaggio nella tradizione culinaria e musicale pugliese: DonPasta presenta Food Sounds System uno spettacolo/lezione di cucina su ritmi giamaicano-salentini in cui insegnerà a preparare orecchiette raccontando di parmigiane e riso patate e cozze (ore 11.00 Jardins Passagers). A seguire in programma la seconda parte del laboratorio dedicato alla cartapesta condotto da Deni Bianco (dalle ore 15.00 Prairie du triangle), la seconda esibizione della Banda Grande Orchestra di Fiati di Conversano Gioacchino Ligonzo (dalle ore 15.30 Place de la Fontaine aux Lions) e l'ultima parte del laboratorio sulle dande tradizionali condotto da Maristella Martella (dalle ore 16.30 Grande Hall Sous le Pèristyl). Chiusura della due giorni dedicata parigina dedicata alla Puglia con il concerto Taranta Nera del gruppo pugliese Officina Zoè accompagnato da Baba Sissoko, Kandi Guira e Ady Thioune (ore 19.00 Prairie du Cercle Sud), l'incontro tra due luoghi del Sud del Mondo depositari di tradizioni millenarie fondate sulle forme artistiche umane più semplici e quindi più profonde: le voci e le percussioni.  Un incontro originale e coinvolgente in cui la pizzica tarantata incontra i ritmi africani, la frenesia dei tamburelli dialoga con il talking-drum, il canto griko si fonde con la tradizione orale dei griot del Mali.

15 luglio 13

Charter Puglia Israele: al via dal 17 luglio

Charter Puglia Israele: al via dal 17 luglio

Godelli: importante per turisti israeliani

Prenderà ufficialmente il via il prossimo 17 luglio - e si protrarrà sino a tutto il mese di settembre - la catena charter tra Tel Aviv e Brindisi. I collegamenti charter da Israele, che rappresentano una novità assoluta per la Puglia, verranno effettuati con aeromobili Embraer95 da 120 posti di Arkia, che opera quindi nella doppia veste di Tour Operator e di compagnia aerea. Undici, al momento, le rotazioni previste, ogni mercoledì, sull'Aeroporto del Salento.

"Abbiamo lavorato di gran lena per mesi per intercettare questo nuovo mercato turistico - dichiara l'Assessore  regionale al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli - Un risultato, questo raggiunto, che ci entusiasma per le notevoli potenzialità del mercato turistico israeliano, notoriamente molto dinamico, e per l'importanza strategica di Arkia, la seconda compagnia aerea israeliana, che vola in molti Paesi mediterranei ed europei e che con grande entusiasmo ha scelto la Puglia come nuova destinazione".

Grazie alla nuova programmazione la Puglia si affaccia ad un mercato di grande interesse e caratterizzato da oggettive potenzialità di crescita,  anche in virtù della naturale propensione al viaggio aereo per turismo da parte degli Israeliani.

L'iniziativa nasce dalla collaborazione tra l'agenzia regionale Pugliapromozione, che ha realizzato una campagna di comunicazione destinata al mercato israeliano, e Aeroporti di Puglia il cui contributo ha riguardato i costi operativi dell'iniziativa ed il supporto marketing.

"La Puglia ha avuto la capacita di superare i nostri competitor nell'intercettare Israele, alla ricerca di una nuova destinazione nel Mediterraneo ¿ commenta il Direttore di Pugliapromozione, Giancarlo Piccirillo -  Una operazione di marketing e di sistema, che ci ha visto agire velocemente e con successo, attraendo un investimento altrimenti destinato altrove. Un anno di eventi, campagne di comunicazione e azioni di promozione in Israele accompagnano l'apertura di un mercato per noi nuovo ma molto conveniente".

"Ci troviamo in presenza di un progetto commerciale di estremo interesse che per la prima volta riguarda un mercato turistico del tutto nuovo e non riconducibile ad aree più tradizionalmente legate alla Puglia ¿ afferma Giuseppe Acierno, Amministratore Unico di Aeroporti di Puglia -.  L'auspicio è che i risultati di questa prima fase di attività possano favorire non solo la riproposizione dell'iniziativa ma una sua estensione, sia in termini di periodo di operatività che di incremento del numero di frequenze".

 

10 luglio 13

La Giunta regionale approva il tracciato ufficiale della Via Francigena

La Giunta regionale approva il tracciato ufficiale della Via Francigena

Con recentissima delibera della Giunta regionale è stato approvato il tracciato ufficiale della Via Francigena, con il doppio intento di valorizzazione turistica integrata dei beni culturali e di vincolo paesaggistico; la delibera è stata presentata di concerto dall'assessore Silvia Godelli e dall'assessore Angela Barbanente.

In Puglia le antiche Vie romane e medievali, lungo le quali per secoli si sono incontrati i popoli europei e mediterranei, rappresentano uno straordinario crocevia di culture. Grandi eserciti, mercanti e fiere, pellegrinaggi di natura religiosa si sono succeduti su questi percorsi, per raggiungere i principali luoghi di culto del nostro territorio, oppure per attraversarlo in vista della meta finale in Terra Santa, Gerusalemme.

"Oggi le Vie Francigene rappresentano un importantissimo riferimento per la storia culturale della nostra regione, ma soprattutto una risposta alla domanda crescente di turismo lento e spirituale", spiega l'assessore al Mediterraneo, Cultura e Turismo, Silvia Godelli: "Un movimento di viaggiatori attratti dai paesaggi della Puglia, dalle sue tradizioni e dalla presenza di importanti Santuari la cui accoglienza è più che millenaria".

Il cammino della Via Francigena attraversa per intero la Regione, dai Monti Dauni nell'Appennino settentrionale per giungere fino a Brindisi, principale città di imbarco per Gerusalemme, con un itinerario principale che conduce a Monte Sant'Angelo per scendere lungo la costa e una dorsale interna, in grado di valorizzare in modo integrato il patrimonio culturale (ma anche le eccellenze enogastronomiche, antropologiche e artigianali) dell'entroterra.

Il provvedimento di Giunta  sarà inoltrato all'Istituto Europeo degli Itinerari Culturali, per tramite dell'Associazione Europea delle Vie Francigene (AEVF), per ottenere il riconoscimento dal Consiglio d'Europa.

"Il tracciato individuato ai fini del riconoscimento non esaurisce la rete dei cammini culturali e di spiritualità presenti in Puglia", conclude l'assessore Godelli, "ma sulla base dell'itinerario approvato l'Agenzia Pugliapromozione potrà lavorare sulle opportunità di sviluppo e promozione turistica che il potenziale delle Vie Francigene riveste per l'intero territorio regionale con le sue varianti ed i suoi percorsi di interesse francigeno".

8 luglio 13

Presentazione del volume "L'arabo di Puglia. Storie di musica e di Puglia"

Presentazione del volume

"L'arabo di Puglia. Storie di musica e di Puglia" è il titolo del secondo volume della collana "Di terra di mare" scritto da Angelo Cavallo che sarà presentato alla stampa mercoledì 10 luglio alle ore 10.00 presso la Mediateca Regionale Pugliese (in via G. Zanardelli 30/36) a Bari.

"Di terra di mare" è il tourist telling della Puglia che attraverso i racconti offre al turista-lettore-viaggiatore la possibilità di scoprire tradizioni, personaggi, gastronomia, aneddoti, miti e leggende, riti, storia antica e recente del territorio che visita.

Recuperare le radici più profonde dei luoghi di Puglia, osserva l'Assessore Silvia Godelli,  è l'obiettivo del progetto ¿Di terra di mare' che mira a promuovere e valorizzare il territorio. Ed è grazie alla narrazione di storie "straordinarie" che il turista-lettore-viaggiatore diventa protagonista del viaggio, fino ad essere coinvolto direttamente nella storia. I racconti narrati ne "L'arabo di Puglia" si intrecciano intorno a suoni e linguaggi che danno vita a personaggi pieni di mediterraneità, dove i luoghi che fanno da cornice a dialoghi e accadimenti si rivelano in tutto il loro interesse storico e paesaggistico.

Il filo conduttore dei racconti racchiusi nel libro, ambientato in Valle d'Itria, è la musica.