401 elementi trovati
[Primo/Precedente] 1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 [Prossimo/Ultimo]
14 maggio 18

Destinazione Puglia

Destinazione Puglia

Giovedì 17 maggio, nel Museo Pino Pascali di Polignano a Mare, a partire dalle 9.30 si parlerà di analisi e prospettive del sistema turistico pugliese. Durante la sessione mattutina  saranno presentati i dati 2017 sui flussi turistici in Puglia, oltre al sistema SPID e le nuove funzionalità del DMS, argomenti principalmente di interesse per gli operatori turistici, amministratori e dipendenti degli Enti Locali operanti nel settore turistico.

In allegato la locandina con il programma completo.

9 maggio 18

SPID e semplificazione amministrativa per lo sviluppo del turismo e la trasparenza

SPID e semplificazione amministrativa per lo sviluppo del turismo e la trasparenza

Oggi, 9 maggio, si è tenuto a Laterza, in collaborazione tra Pugliapromozione e l'assessorato al turismo del Comune di Laterza, un importante incontro di formazione sul tema della gestione delle presenze nelle strutture ricettive (SPID, DMS, CPS, SPOT) e sull'accessibilità (La cassetta degli attrezzi).

All'incontro hanno partecipato operatori del settore turistico e amministratori pubblici dei Comuni di Laterza e di Ginosa.

Il territorio chiama e Pugliapromozione risponde. Questo incontro è infatti la risposta alla frequente richiesta di chiarimenti e di specializzazione che proviene dalle imprese e dalle Amministrazioni Locali.

Il prossimo 17 maggio si ripeterà a Polignano a mare. Presto vi daremo maggiori dettagli

9 maggio 18

Graduatorie finali

No image

Si comunica che sono state pubblicate le graduatorie finali relative all'Avviso Pubblico di selezione per titoli e colloquio per l'assunzione di nr. 25 unità di personale con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato per nr. 24 mensilità.

Le graduatorie finali e i verbali delle sedute di colloqui sono disponibili al seguente link: clicca qui

7 maggio 18

Avviso pubblico per acquisizione di servizi di comunicazione in co-branding, ex art. 36, comma 2, lett.a), del D.Lgs n.50/2016

No image

Pugliapromozione con il presente avviso intende dare attuazione agli indirizzi strategici di promozione del brand Puglia attraverso l'acquisizione di servizi di comunicazione nell'ambito di eventi da realizzare in co-branding coerentemente con le finalità istituzionali dell'ARET e i principi di adeguatezza dell'azione pubblica, economicità, efficienza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza e proporzionalità.

Link di approfondimento:  scarica gli allegati per partecipare
27 aprile 18

Da oggi è possibile partecipare all'avviso pubblico per la selezione di proposte di educational, press e blog tour per la promozione turistica della destinazione Puglia

No image

Gli Educational tour sono una particolare tipologia di ospitalità consistente nella realizzazione di itinerari di visita destinati a operatori di settore, giornalisti ed influencer di rilievo extraregionale. L'obiettivo è di coinvolgerli attivamente nella scoperta diretta del territorio pugliese, farli familiarizzare con la destinazione Puglia attraverso esperienze di visita e scoperta del territorio in linea con il programma regionale "Puglia365".

Sono ammessi a presentare proposte di Educational tour soggetti pubblici e soggetti privati come di seguito elencati:

a. Istituzioni pubbliche europee, nazionali e internazionali.
b. Giornalisti di settore, editori, blogger, influencer.
c. Emittenti televisive/radiofoniche.
d. Produzioni cinematografiche/televisive/documentaristiche/radiofoniche.
e. Testate giornalistiche.
f. Tour operator e agenti di viaggio, compagnie aeree e altri vettori di trasporto.
g. Raggruppamenti di strutture alberghiere ed extra-alberghiere (minimo tre).
h. Associazioni che operano nel campo della valorizzazione/promozione del territorio.

I partecipanti agli Educational tour devono essere:
3.1. I soggetti partecipanti agli Educational tour possono essere i seguenti:
a. Giornalisti, redattori, autori, blogger/influencer.
b. Troupe televisive, radiofoniche e cinematografiche.
c. Buyer, Tour operator e Agenti di viaggio.
d. MICE manager e wedding planner.

26 aprile 18

"Michael": dal 4 al 12 maggio a Monte Sant'Angelo la prima edizione del festival

Due le anteprime: il 29 aprile con "la rete dei centri micaelici" e il 30 il concerto di Sergio Cammariere per l'International Jazz Day. Il 4 maggio il Festival apre con l'opera "Alleluia San Michele" del famoso Maestro fisarmonicista Peppino Principe scomparso lo scorso marzo.

Michael è il Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale, enogastronomico e si terrà da venerdì 4 a sabato 12 maggio, a Monte Sant'Angelo, in Puglia. "Un evento per celebrare l'8 maggio, la Festa di San Michele Arcangelo e i nostri due Siti UNESCO, le tracce longobarde del Santuario e le faggete vetuste della Foresta Umbra" ¿ spiega il Sindaco, Pierpaolo d'Arienzo. In programma convegni, dibattiti e presentazioni con la rete dei Longobardi in Italia, con la Sacra di San Michele in Piemonte, con i Siti UNESCO di Puglia e Basilicata, con Bari e San Giovanni Rotondo per la rete dei grandi Santuari di Puglia. Ricco anche il programma degli eventi: un'opera lirica in forma ridotta scritta dal Maestro Peppino Principe, una rievocazione storica, un docufilm, un'opera musicale moderna e gli eventi collaterali dedicati ai percorsi enogastronomici e turistici.

"Monte Sant'Angelo è un borgo unico, ricco di storia e di fascino, circondato da un paesaggio meraviglioso. E siamo molto soddisfatti che abbia organizzato questo festival che sicuramente valorizza e promuove a livello nazionale ed internazionale le sue bellezze ¿ commenta l'Assessore all'Industria Turistica e culturale della Regione Puglia, Loredana Capone - Con un programma veramente ricco e interessante Monte Sant'Angelo celebra la Festa di San Michele Arcangelo e riunisce, con la rete dei longobardi, Nord e Sud. Non solo; con la rete dei Siti UNESCO mette insieme Puglia e Basilicata e con la rete dei grandi santuari di Puglia si collega anche a Bari e San Giovanni Rotondo. Il festival Michael si muove sulla strada giusta della creazione di un prodotto turistico, che mette insieme più territori della Puglia seguendo il filo della cultura e della storia e naturalmente dell'enogastronomia. Gli ingredienti ci sono tutti per far conoscere questo meraviglioso borgo dell'entroterra pugliese, intercettando le scelte dei viaggiatori che sempre più desiderano fare una esperienza di viaggio slow in luoghi meno battuti dal turismo di massa. È quindi molto importante questo festival che rende merito al Gargano, che di fatto è fra le più antiche destinazioni turistiche della Puglia".

"Gli inglesi dicono better togheter, insieme è meglio. Questa è la nostra strategia, la nostra filosofia. Siamo convinti e gli studi ce lo confermano, che oggi le destinazioni turistiche non si possano più promuovere da sole. Per questo lavoriamo incessantemente in rete a livello regionale, nazionale e internazionale per affrontare le sfide sempre più globali per una città come Monte Sant'Angelo che detiene ben due riconoscimenti nella prestigiosa Lista UNESCO" ¿ dichiara Pierpaolo d'Arienzo, Sindaco di Monte Sant'Angelo.

"L'obiettivo, attraverso le reti dei siti UNESCO e dei luoghi sacri, è quello di avviare un processo di progettazione e promozione comune. Inoltre, in questo modo, rafforziamo i nostri prodotti turistici, il turismo culturale, spirituale, naturale, enogastronomico, strumenti fondamentali per i tour operator e per gli stakeholder" - spiega l'Assessore alla cultura e al turismo della Città di Monte Sant'Angelo, Rosa Palomba, che aggiunge ¿ "Michael, quindi, è un Festival vetrina del nostro progetto strategico triennale attraverso il quale mettiamo in atto concretamente il fare sistema, la destagionalizzazione, l'internazionalizzazione e i prodotti turistici". "Un programma, inoltre, che vede un ampio partenariato e degli importantissimi patrocini, come quello dell'Ufficio turismo della Conferenza Episcopale Italiana e dell'Enit, l'Agenzia del turismo nazionale, che sin da subito hanno percepito l'importanza strategica di questo evento" ¿ conclude Palomba.

Claudio Costanzucci, Presidente dell'Ente Parco Nazionale del Gargano: "I due Siti UNESCO di Monte Sant'Angelo sono un vanto per tutto il territorio. Questi riconoscimenti, culturale e naturalistico, ci spingono a promuovere questa città meravigliosa e iniziative come questa. Infatti, è importante sostenere questi grandi centri turistici, spirituali, culturali, poiché rappresentano i motori per promuovere la destinazione Gargano in tutta la sua totalità". 

Per Stefano Balloch, Sindaco di Cividale del Friuli e Presidente dell'Associazione Italia Langobardorum ¿ "Michael è l'occasione per far tornare i Longobardi d'Italia nel loro luogo più sacro, nel loro Santuario nazionale. Il Sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d.C.)" comprende le più importanti testimonianze monumentali longobarde esistenti sul territorio italiano, che si situano dal nord al sud della penisola, laddove si estendevano i domini dei più importanti Ducati Longobardi che formarono quella che possiamo definire la prima "nazione" italiana. A Monte Sant'Angelo ci ritroviamo per presentare due importanti progetti promossi dall'Associazione Italia Langobardurm, con i contributi della Legge77/2006 del MIBACT: "Trame Longobarde" sulla tessitura ai tempi dei Longobardi e "A tavola con Re Rotari" sull'alimentazione nel mondo Longobardo. L'Associazione attraverso questi due progetti ha realizzato interessanti prodotti come: la mostra-dossier "Trame Longobarde: tra Architettura e Tessuti" che è stata prima in esposizione nei sette luoghi appartenenti al sito UNESCO dei Longobardi in Italia e recentemente è stata allestita all'interno della più grande mostra "Longobardi. Un popolo che cambia la storia" presso il Museo Archeologico di Napoli e i due quaderni  didattici in italiano e inglese "Trame Longobarde. Frammenti e racconti intessuti" & "Alla Tavola di Re Rotari. Tradizioni alimentari e culinarie nell'Italia dei Longobardi" .

L'8 maggio, a Monte Sant'Angelo, si festeggia San Michele Arcangelo in quanto, secondo la tradizione, fu proprio in questo giorno che l'Arcangelo, alla metà del VII secolo, assicurò ai Longobardi la vittoria sui Bizantini nella vicina Siponto. I Longobardi fecero della Grotta dell'Arcangelo sul Monte Gargano il loro Santuario nazionale e di San Michele il loro protettore.

LE ANTEPRIME - Domenica 29 aprile, alle ore 11, Sala conferenze Biblioteca "C. Angelillis", "La rete dei centri micaelici", patto di collaborazione tra Monte Sant'Angelo, Olevano sul Tusciano, Sant'Angelo a Fasanella, Putignano, Cagnano Varano, Orsara di Puglia. Lunedì 30 aprile, alle ore 20.30, nell'Auditorium "Markiewicz" del Santuario, per celebrare l'International Jazz Day proclamato dall'UNESCO, il concerto in piano solo di Sergio Cammariere [Biglietti ¿ 5. Info: Lo Scarabocchio (0884 562299), Hermestudio (0884 090316)].

Dal 4 al 12 maggio, quindi, Monte Sant'Angelo sarà palcoscenico di una serie di eventi che vedono nelle reti a livello regionale, nazionale e internazionale la Città dell'Arcangelo Michele protagonista. Nella "Città dei due Siti UNESCO", infatti, arriveranno: venerdì 4 maggio i comuni della rete dei Longobardi in Italia (Brescia, Spoleto, Cividale, Benevento, Castelseprio, Campello sul Clitunno); sabato 5 maggio il decano dell'ambientalismo italiano, Franco Pedrotti insieme al prof. Francesco Spada del Dipartimento di Biologia ambientale della "Sapienza" di Roma interverranno alla presentazione dell'Ente Parco dedicata alle faggete vetuste della Foresta Umbra, patrimonio UNESCO; lunedì 7 la Società Numismatica Italiana, l'Accademia italiana di studi numismatici e la società mediterranea di metrologia numismatica si incontreranno per il convegno "I Longobardi in Italia: i luoghi delle monete"; mercoledì 9 i sindaci dei comuni di Avigliana e Sant'Ambrogio di Torino, sede della Sacra di San Michele in Piemonte; giovedì 10 i sindaci di Andria, Alberobello e Matera ¿ insieme alle Regioni Puglia e Basilicata ¿ per la rete dei Siti UNESCO; sabato 12 i sindaci di Bari e San Giovanni Rotondo per la rete dei grandi Santuari di Puglia.

Ricco anche il cartellone degli eventi: dopo il concerto di Cammariere (lunedì 30 aprile), venerdì 4 (ore 20.30, Auditorium delle Clarisse) si inaugura il Festival con il tributo al famoso Maestro fisarmonicista Peppino Principe, scomparso nel marzo scorso, che scrisse l'Alleluia San Michele, un'opera lirica dedicata all'Arcangelo e ai Longobardi, di cui lo stesso Principe fu testimonial nel documentario realizzato dall'Università IULM di Milano per l'Associazione Italia Langobardorum; sabato 5 maggio "la battaglia tra Bizantini e Longobardi" andrà in scena nel Castello (ore 20); mercoledì 9 (ore 20.30), sempre nell'Auditorium del Santuario, invece, è la volta del cinema con la proiezione del docufilm "Mi-Ka-El" che ripercorre le tracce dell'Arcangelo Michele in Italia e in Europa (prodotto da Philms di Perugia per la regia di Massimiliano Varrese); grande evento per il weekend di venerdì 11 e sabato 12 maggio: nell'Auditorium del Santuario (ore 20) andrà in scena l'opera musicale moderna "San Michele, l'Angelo dell'Apocalisse" per la regia di Andrea Palotto e le musiche di Simone Martino. Tutti gli eventi sono ad ingresso libero (* tranne il concerto di Sergio Cammariere).

MONTE SANT'ANGELO, LA CITTÀ DEI DUE SITI UNESCO - Monte Sant'Angelo è sede di ben due Siti riconosciuti Patrimonio mondiale dell'Umanità tutelato dall'UNESCO: le tracce longobarde nel Santuario di San Michele Arcangelo [2011, nell'ambito del sito seriale "I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.)"]; le faggete vetuste della Foresta Umbra (2017, nell'ambito del bene transnazionale "Antiche faggete primordiali dei Carpazi e di altre regioni d'Europa"). Inoltre, negli ultimi anni sono arrivati altri importanti riconoscimenti: nel 2014, il National Geographic inserisce la Sacra Grotta dell'Arcangelo Michele tra le 10 Grotte Sacre più belle al mondo: la Grotta di Monte Sant'Angelo è l'unica italiana presente nella classifica dell'autorevole rivista americana; nel 2017 Skyscanner (tra i maggiori motori di ricerca relativi ai viaggi) inserisce Monte Sant'Angelo tra le venti città più belle d'Italia; sempre nel 2017, la Regione Puglia inserisce il Comune nell'elenco regionale dei "Comuni ad economia prevalentemente turistica e città d'arte"; nel febbraio 2018 la guida verde della Michelin assegna il massimo riconoscimento al centro storico, le tre stelle.

Ampio il partenariato di "Michael. Festival del patrimonio culturale, spirituale, naturale, enogastronomico". Promosso da: Assessorato alla cultura, turismo, istruzione della Città di Monte Sant'Angelo, Ente Parco Nazionale del Gargano, Associazione Italia Langobardorum, Padri Micheliti del Santuario di San Michele Arcangelo e dal Centro studi Micaelici e Garganici dell'Università degli Studi di Bari Aldo Moro; in collaborazione con: "Amici della Musica" | Axis Mundi | Centro Studi Storico-Archeologici del Gargano | Club per l'UNESCO | coop. Ecogargano | Dove andiamo sul Gargano | Monte Sant'Angelo Francigena | MSAC | Progetto Policoro | Pro Loco | Rotary International (Distretto 2021) | Ugr27; con il patrocinio di: Regione Puglia (Assessorato all'Industria turistica e culturale), Enit (Agenzia nazionale turismo), CEI (Conferenza Episcopale Italiana) - Ufficio nazionale per la pastorale del tempo libero, turismo e sport, Arcidiocesi Manfredonia-San Giovanni Rotondo-Vieste, Pugliapromozione.

#Michael2018 l'hashtag ufficiale per raccontare il Festival sui principali social network.
www.montesantangelo.it _ www.turismomontesantangelo.it

Per informazioni: 0884 562062 ¿ infopoint@turismomontesantangelo.it - @infopointMonteSantAngelo

Link di approfondimento:  Sito web del Comune di Montesantangelo
24 aprile 18

In IV Commissione Consiliare la proposta di disciplina delle associazioni Pro Loco

No image

Le associazioni Pro Loco Pugliesi e l'UNPLI che le rappresenta e le coordina, finalmente vengono riconosciute con una proposta di Legge Regionale che rende l'attività di questi avamposti di accoglienza sul territorio più rispondente alle dinamiche sociali e culturali attuali e ad un nuovo approccio strategico alla programmazione, promozione e gestione dell'accoglienza, in linea con il Piano Strategico Puglia365.

"Questa disciplina che scaturisce da un lungo periodo di ascolto e da una serie di incontri con le stesse Pro Loco per evidenziarne luci ed ombre, mette finalmente ordine in questo settore. La proposta le riconosce, ne definisce gli ambiti di intervento e riserva la fruizione della dicitura Pro Loco alle sole associazioni iscritte all'Albo regionale, introducendo peraltro delle procedure semplificate di iscrizione e di tenuta.   E soprattutto assegna alle Pro Loco un ruolo strategico di animazione territoriale e di accoglienza a cittadini e viaggiatori -commenta l'assessore all'Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone- . Si prevede, inoltre anche la possibilità per i Comuni e le Unioni di Comuni di stipulare con le Pro Loco convenzioni per un partenariato qualificato ed accogliente,  in collaborazione ed in rete  con gli operatori economici privati,  sicché tutti,  con le relative responsabilità,  possano dare il miglior contributo possibile  alla consapevolezza da parte dei cittadini anzitutto ed anche dei turisti, dell'immenso partrimonio culturale e paesaggistico della nostra Regione. Viene così valorizzato il lavoro svolto fin ora dalle Pro Loco, rendendolo più adeguato alle esigenze di accoglienza dei territori e ampliando il raggio di azione,  ma con un coordinamento ed una supervisione maggiori".

Questa nuova disciplina, già approvata dalla Giunta Regionale il 5 aprile scorso, arriva dopo quasi trent'anni dalla legge in vigore, la n. 27 del 1990, ormai inadeguata e insufficiente. In essa le Pro Loco sono definite come uno degli strumenti della promozione turistica di base, nonché della valorizzazione delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche, culturali, sociali ed enogastronomiche favorendone il ruolo attivo finalizzato all'attrattività del proprio  territorio. Inoltre si riconosce il Comitato regionale della Puglia dell'Unione Nazionale Pro loco d'Italia (UNPLI) quale rappresentante delle associazioni aderenti nei rapporti con la Regione. La nuova disciplina stabilisce anche la competenza in materia di contributi alle Pro loco e alle loro strutture associative di rilevanza regionale.
La IV Commissione ha esaminato la nuova Legge Regionale e ha deciso di convocare in audizione l'Unpli e le associazioni di categoria per il sette maggio prossimo. Quindi la legge potrà passare in Consiglio regionale e concludere il suo iter.

Link di approfondimento:  Testo del Disegno di Legge n.45
11 aprile 18

Piano Strategico del Turismo Puglia 365 La filiera turistica pugliese "a raccolta" con sei nuovi appuntamenti in masseria

Piano Strategico del Turismo Puglia 365 La filiera turistica pugliese

Il "viaggio" del Piano strategico del Turismo Puglia 365 prosegue con sei incontri in masseria in giro per la Puglia con gli operatori del turismo, i rappresentanti di categoria e con i sindaci per raccogliere spunti e suggerimenti per le prossime azioni strategiche e sviluppare network turistici provincia per provincia. L'iniziativa di Pugliapromozione è in collaborazione con l'Hub Rurale VaZapp e con il consorzio "Taste &Tour in Masseria" che riunisce masserie didattiche, agriturismi e aziende agricole produttrici di tipicità in Puglia.

Sei incontri pomeridiani dal ritmo serrato e in modalità rurale, proprio per celebrare l'Anno del Cibo (MIBACT) e offrire un segnale dell'attenzione che l'Assessorato all'Industria Turistica e Culturale e Pugliapromozione intendono dedicare alla valorizzazione delle aree interne, elemento di forza di un turismo che apre spazi importanti per tutto l'anno.

Primo appuntamento, dalle 15.30 alle 19.30, lunedì 9 aprile alla Masseria Didattica CHICCO RIZZO a Sternatia, in provincia di Lecce. A seguire il giorno dopo, martedì 10 aprile, alla Masseria Didattica TENUTA PINTO a Mola di Bari; quindi l'11 aprile alla Masseria Didattica MADONNA DELL'ARCO a Martina Franca e venerdì 13 aprile alla Masseria Didattica CARRONE a Carovigno. La settimana successiva incontro lunedì 16 aprile alla Masseria Didattica ALBANO in provincia di Foggia e martedì 17 aprile ultimo incontro alla Masseria Didattica  BARBERA  a Minervino Murge nella BAT.

Agli incontri prenderanno parte l'assessore Loredana Capone, il Direttore di Pugliapromozione Matteo Minchillo, il Coordinatore di Puglia365 Luca Scandale e rappresentanti dell'Agenzia regionale del turismo responsabili dei settori strategici Comunicazione, Promozione, Accoglienza, Innovazione e Prodotto.

"Vogliamo alzare l'asticella nel nostro impegno per uno sviluppo del turismo facilitando la creazione di relazioni tra gli stakeholder e il paternariato. La Puglia già con il Piano strategico Puglia 365 è stata la prima Regione ad adottare un approccio di ascolto e condivisione per la creazione di un sistema di networking per lo sviluppo turistico. Proseguiamo su questa strada con un approccio innovativo che miri a valorizzare il turismo e la tradizione regionale. Ci incontriamo in sei masserie didattiche selezionate da Taste and Tour ma sarà presente tutta la comunità delle masserie didattiche pugliesi con dei desk e con la presentazione e degustazione dei loro prodotti tipici. Incontri per ascoltare e condividere i diversi punti di vista e creare insieme nuove strategie. Sarà importante riflettere sul primo test di affluenza dell'anno che è stata la Pasqua. E'andata bene ma si può sempre migliorare e verificare quali siano state le criticità. Gli incontri serviranno anche per programmare meglio le attività della imminente estate. Ma naturalmente avranno anche una valenza di più lungo respiro per pianificare le progettualità dei prossimi anni, in linea con il Piano Puglia 365".

La formula degli incontri è innovativa ed è stata già rodata dal team di Vazapp nella filiera agro-alimentare con agricoltori e giovani interessati al mondo agricolo. In circa tre ore verrà illustrato il lavoro svolto sino ad ora ed ascoltate istanze ed idee provenienti dalla platea. Non un freddo convegno quindi, ma un evento collettivo in un ambiente accogliente con sedute previste sulle balle di fieno che disegnano una agorà in cui i partecipanti saranno al centro della discussione. Dopo il pomeriggio intenso, un momento di degustazione delle tipicità locali che sarà l'occasione per proseguire ancora il dialogo e stabilire nuove relazioni.

Gli incontri saranno trasmessi in diretta streaming sulla pagina Facebook Puglia365. https://www.facebook.com/puglia365/posts/756638221212012

Questo i link dei sei eventi su eventbrite al quale volendo ci si può preregistrare, senza esclusiva per l'accesso agli eventi.

Sternatia http://rpu.gl/Sternatia

Mola http://rpu.gl/MoladiBari

Martina Franca http://rpu.gl/MartinaFranca

Carovigno http://rpu.gl/Carovigno

Foggia http://rpu.gl/Foggia

Minervino http://rpu.gl/MinervinoMurge

 

 

Link di approfondimento:  diretta streaming
5 aprile 18

Pubblicate le banche dati dei quesiti relativi agli esami per guida turistica e accompagnatore turistico

No image

Loredana Capone: "Finalmente gli aspiranti guide e accompagnatori potranno prepararsi". Una buona notizia per le oltre 8 mila guide turistiche e accompagnatori turistici in attesa di sostenere l'esame di abilitazione in Puglia. Sul sito www.bandiregionaliturismo.viaggiareinpuglia.it  sono state pubblicate le banche dati dei quesiti relativi agli esami per guida turistica e accompagnatore turistico di cui ai bandi in scadenza a novembre 2016 e successiva riapertura con scadenza luglio 2017, dalla quale saranno sorteggiati quelli oggetto della prova scritta.

"Finalmente gli aspiranti guide e accompagnatori candidati potranno prepararsi, avendo a disposizione un arco di tempo superiore ai venti giorni minimi previsti dal bando. L'adesione all'esame di abilitazione in Puglia mostra cifre fra le più cospicue in Italia; un segno di quanto il turismo possa essere uno sbocco lavorativo desiderato dai giovani in una regione che sta puntando molto sul settore. Il lavoro di guida turistica si sta rivelando strategico nell'accoglienza dei turisti. Sono proprio guide e accompagnatori che raccontano la Puglia in tutte le sue sfaccettature, dalla storia alle testimonianze culturali, da cibo ¿ che va comunque sempre anche raccontata oltre che fatto degustare ¿ alle bellezze naturali che  vanno raccontate nelle loro specificità di stratificazione geologica, di fauna e flora.

D'altronde si chiamano comunemente anche " Ciceroni" proprio  per il parallelo fra  l'eloquenza dell'antico oratore romano Marco Tullio Cicerone e la parlantina usata quando accompagnano i turisti in visita. Auspico che le nuove leve possano interpretare al meglio il patrimonio culturale e naturale della Puglia e promuovere il nostro territorio con professionalità e competenza. Un auguro a tutti di buon lavoro".

Le prove, com'è noto si risolvono in due prove scritte. L'una di carattere generale (quiz), l'altra la prova in lingua straniera che consiste nella traduzione, di poche righe, dall'italiano nella lingua straniera scelta dai candidati.

Successivamente alla pubblicazione della banca dati sarà pubblicato il diario delle prove d'esame  e gli elenchi degli esonerati dalla prova di lingua.

Link di approfondimento:  Banche dati dei quesiti
3 aprile 18

PROGETTO ARTVISION ENHANCING TOURISTIC DEVELOPMENT AND PROMOTION THROUGH PRISM OF CULTURE. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA-CROAZIA 2014-2020

PROGETTO ARTVISION ENHANCING TOURISTIC DEVELOPMENT AND PROMOTION THROUGH PRISM OF CULTURE. PROGRAMMA DI COOPERAZIONE INTERREG ITALIA-CROAZIA 2014-2020

L'arte e l'espressione culturale sotto forma di valorizzazione turistica di destinazioni meno conosciute delle due coste del Mare Adriatico sono stati i temi della conferenza di lancio del progetto ArTVision+ questa mattina presso il Cineporto di Bari, nel Padiglione 180 della Fiera del Levante.
Il progetto ArTVision+ (Enhancing touristic development and promotion through prism of culture) rientra tra I 22 progetti approvati nell'ambito della prima Call per i progetti "Standard +" del programma INTERREG Italia ¿ Croazia 2014-2020, con un budget totale di 1.006.360,00 euro. ArTVision+ capitalizza i risultati e la metodologia di sviluppo del precedente progetto ArTVision, finanziato nell'ambito del Programma IPA Adriatic CBC 2007-2013 e conclusosi a gennaio 2016.
La conferenza è stata aperta da Aldo Patruno, Direttore del Dipartimento Turismo, Economia della Cultura e Valorizzazione del territorio della Regione Puglia, seguito da Maria Teresa De Gregorio, Direttore del Dipartimento Cultura)  Regione Veneto ¿ Partner di progetto; Matteo Minchillo, Direttore Generale ad Interim di Pugliapromozione e Valerij Jure¿i¿, Project manager Lead Partner Contea Croata Primorje Goranska;
Al termine della conferenza è seguita la prima riunione di partenariato (Kick off meeting) ospitata da PugliaPromozione. Durante l'incontro, i partner del progetto ArTVision+ hanno stabilito la tempistica, i ruoli e le fasi di l'implementazione delle attività.
Durante i 18 mesi del progetto, i 4 partner provenienti dall'Italia e 3 dalla Croazia lavoreranno insieme per raggiungere gli obiettivi e i risultati attesi del progetto. I 4 partner italiani sono: Fondazione Pino Pascali - Museo di Arte Contemporanea, Agenzia Pugliapromozione, Università Ca Foscari di Venezia e Regione del Veneto, mentre la Contea Primorje-Gorski Kotar (partner capofila), l'Ufficio del Turismo della Regione del Quarnero e il Museo di Belle Arti sono i 3 partner dalla Croazia.
Il progetto ArTVision+ si basa su problemi e conclusioni precedentemente identificati nell'ambito del progetto ArTVision, offrendo ulteriori soluzioni, incoraggiando la prosecuzione della cooperazione interregionale nel campo della promozione di destinazioni meno conosciute attraverso il patrimonio culturale e artistico. L'idea principale del progetto ArTVision+ si fonda su un nuovo ed innovativo concetto di promozione del prodotto turistico. La promozione turistica favorisce solitamente le destinazioni più conosciute, sorge quindi la necessità di una valorizzazione di qualità delle destinazioni meno popolari, attraverso il prisma della cultura. Con questo progetto le destinazioni meno note saranno incluse in nuovi pacchetti ed itinerari turistici transfrontalieri, presentando il loro patrimonio culturale ai turisti e realizzando una collaborazione di qualità tra artisti e organizzatori dell'offerta turistica. Con misure innovative nel campo della presentazione, della comunicazione e dell'organizzazione nella cultura, l'obiettivo generale del progetto è quello di utilizzare il valore e il potenziale della cultura come asset di sviluppo del turismo sostenibile, interconnettendo tre macro aree di attività:
1. Sviluppo di una campagna promozionale intensiva e sistematica che esalti le destinazioni meno conosciute, che saranno raccontate attraverso un video realizzato da artisti selezionati. Sarà sviluppata anche una piattaforma IT come mappa interattiva delle due aree dell'Adriatico, dove artisti e produttori culturali saranno liberi di presentare il proprio lavoro, le proprie espressioni e la propria esperienza.
2. Laboratori didattici rivolti a studenti, giovani, artisti, organizzatori di eventi turistici, in cui saranno presentati nuovi metodi per la produzione di contenuti artistici. Il valore aggiunto è rappresentato dall'esperienza acquisita nel precedente progetto ArTVision dagli studenti e dai produttori di video e che diventa metodologia dei nuovi laboratori. Inoltre, i laboratori favoriscono la cooperazione tra le due sponde dell'Adriatico perché gli operatori coinvolti provenienti da diverse aree lavoreranno insieme, confrontandosi su diverse tematiche nel settore culturale e turistico.
3. Cooperazione commerciale attraverso lo sviluppo di una piattaforma informatica virtuale, multilingue, facile da usare e che consentirà lo scambio di contenuti culturali tra i due Paesi. In questo modo, gli artisti provenienti dall'Italia potranno essere coinvolti nella programmazione culturale croata e viceversa e potranno crearsi collaborazioni tra artisti provenienti da diversi territori. La piattaforma avrà una duplice funzione: promozione della destinazione turistica attraverso il prisma culturale e miglioramento della cooperazione transfrontaliera.
I risultati attesi sono: aumento del numero di visitatori presso le località turistiche meno conosciute, creazione di nuovi itinerari turistici collegati per la promozione delle destinazioni meno note, aumento del numero di artisti che desiderano promuovere il proprio lavoro attraverso la produzione di video e del numero dei studenti formati, incremento del numero di operatori del settore che offrono nuovi prodotti turistici.