391 elementi trovati
[Primo/Precedente] 33 | 34 | 35 | 36 | 37 | 38 | 39 | 40 [Prossimo/Ultimo]
29 gennaio 13

La Puglia incanta il Giappone. La Tv di Stato nel Salento

La Puglia incanta il Giappone. La Tv di Stato nel Salento

 "Un merletto prezioso. Ecco cosa mi sembra Lecce". A dichiaralo è la regista della Tv di Stato giapponese, Ito Mikako, da due settimane in Puglia con una troupe televisiva, intenta a girare per uno dei programmi più seguiti in Giappone, "A spasso per le strade del mondo". E infatti avviene letteralmente questo: con la steady cam gli operatori giapponesi hanno passeggiato per il centro di Lecce e di Gallipoli intervistando la gente che incontravano.
La  "spedizione" è promossa e sostenuta da Pugliapromozione che ospiterà un'altra  troupe giapponese, questa volta una televisone privata,la TBS, a metà febbraio a Bari.
I Giapponesi amano la Puglia, ma fino ad oggi non erano mai andati oltre Alberobello. Questa è la prima volta nel Salento.
La tv di stato giapponese ha girato un diario molto particolare,un reality  tour riprendendo i  fregi barocchi  dei cortili con giardini dei palazzi nobiliari  e delle dimore storiche di Lecce e le strade del centro storico dove hanno avuto anche l'occasione di assistere ad uno spettacolo di pizzica.
Hanno fatto da guida  gli stessi leccesi,innamorati della loro città, che hanno raccontato i balconi, i monumenti, il significato dei fregi barocchi, la tradizione della cartapesta e della terracotta e soprattutto hanno fatto notare i colori della pietra leccese che cambia a seconda della luce e delle ore del giorno. Altra meta è stata Gallipoli.
Ma non è stato solo il barocco ad incantare la troupe; molto hanno contribuito anche i calici di vino primitivo, oltre alla  scoperta dei bocconotti e del cornetto gigante che raggiunge un metro di lunghezza .
Per la troupe di TBS a febbraio il tour prevede le riprese alla Basilica di san Nicola a Bari,una ripresa delle Grotte di Castellana, poi, momento clou, Castel del Monte e infine la città bianca, Ostuni, dove sono interessati anche alla pesca turismo.

29 gennaio 13

In Puglia la troupe di "UN PAESE OSPITALE"

In Puglia la troupe di

 Pugliapromozione ospita  in Puglia a  febbraio la troupe di Kinesis  che  sta realizzando, su incarico di UILDM e Presidenza del Consiglio dei Ministri - Struttura di Missione di Rilancio dell'immagine dell'Italia- un filmato  in giro per l'Italia dal titolo UN PAESE OSPITALE, con la regia di Aldo Bisacco.
La troupe di Kinesis  si troverà in Puglia dal 1 al 3 febbraio  per le riprese che includeranno il Castello Svevo a Bari e la zona di Ostuni. Per il  regista, che è affetto da distrofia muscolare, sarà predisposta da Pugliapromozione anche la necessaria assistenza.
Il film racconta la storia di una coppia straniera che visita il nostro paese. Lei e' normodotata, lui e' disabile e si muove su una carrozzina. E' una sorta di diario di viaggio, da Nord a Sud, che descrive alcuni luoghi chiave del nostro paese dal punto di vista turistico, fra cui la Puglia appunto. Il film,della durata di circa tre minuti,fa parte delle campagna per il rilancio dell'immagine dell'Italia.
Un paese piu' ospitale, e' un paese migliore: è questo lo slogan della campagna. Nel testo che accompagnerà le immagini del filmato si sottolinea  fra l'altro che "l'ospitalità significa aprire la tua casa, o il tuo albergo e le tue braccia al mondo. O anche solo spostarsi perche' qualcun'altro possa godersi lo spettacolo. L'ospitalita' significa rimuovere qualche ostacolo e rendere tutto piu' accessibile, per tutti".

29 gennaio 13

Istanbul: Pugliapromozione presenta l'offerta turistica regionale

No image

Cresce l'interesse per la Puglia all'EMITT di Istanbul, la più importante borsa del turismo della Turchia. La destinazione Puglia, che può soddisfare i turisti turchi di fascia medio-alta, soprattutto per l'enogastronomia e la natura, è stata presentata la settimana scorsa al Grand Hyatt Regency Hotel, nel quartiere Taksim di Istanbul. Hanno degustato i piatti tipici della gastronomia pugliese, accompagnati dal "racconto"  dello Chef italiano Fabio Brambilla, circa 75 ospiti, tra tour operator turchi e press specializzata in turismo. Molto gradito è stato il vino pugliese, sia primitivo che bianco, oltre al press kit contenuto nelle shopper "Made in carcere". La videopresentazione, curata dall'Agenzia Regionale del Turismo Pugliapromozione e Regione Puglia, ha permesso di illustrare le peculiarità e le eccellenze pugliesi, alla presenza dei rappresentanti delle più importanti istituzioni locali, tra cui in particolare il Console italiano in Turchia, Gianluca Alberini. Presenti anche Ferdinando Pastore, Direttore dell'ICE, Maria Luisa Scolari per l'Istituto Italiano di cultura, Marco Bruschini per ENIT Italia. Con 52.800 professionisti accreditati e 61.000 visitatori nel 2012, l'Emitt rappresenta l'appuntamento di settore più importante in Turchia. Secondo i dati, l'Italia è all'11° posto tra le mete europee preferite dai turisti turchi, piazzandosi dopo Bulgaria, Germania e Grecia.

 

24 gennaio 13

'Wine Enthusiast'' sceglie la Puglia per la top ten

'Wine Enthusiast'' sceglie la Puglia per la top ten

Roma, 14 gen. - (Adnkronos) - Protagonista sulla scena solo in tempi recenti, ascesa alla ribalta internazionale in pochissimi anni e oggi nel ''gotha'' dell'enoturismo mondiale: e' la Puglia, tra le 10 migliori mete del turismo del vino al mondo secondo la prestigiosa rivista americana ''Wine Enthusiast'', unica italiana tra le ''10 Best Wine Travel Destinations 2013'', luoghi capaci di lasciare il segno grazie al mix unico tra vino, cibo e cultura, accanto a territori del vino affermati e famosi come la Rioja in Spagna, Danubio in Austria, North e South Forks Long Island a New York, Stellenbosch in Sud Africa, la Monterey County in California, la Vale dos Vinhedos in Brasile e la Willamette Valley in Oregon, la Hunter Valley in Australia e e la Valle del Douro in Portogallo. A raccontare il perche' dell'ascesa e del successo della patria del Primitivo e del Negroamaro saranno le parole di Monica Larner, responsabile per l'Italia della rivista, venerdi' 18 gennaio nella sede della Regione Puglia a Roma, con il presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, l'assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Dario Stefa'no e Sebastiano de Corato, presidente del Consorzio Movimento Turismo del Vino Puglia. Terra da scoprire con una qualita' della vita invidiabile, secondo Monica Larner, oggi in Puglia si ritrovano quegli attributi capaci di attrarre da sempre dell'Italia: con le sue antiche masserie in cui soggiornare, l'enigmatico Castel del Monte, Lecce ''meraviglia'' barocca ed i trulli, tradizioni antiche ancora profondamente radicate ma rivisitate in chiave moderna, paesaggi unici racchiusi tra due mari, ''il cibo migliore d'Italia, senza esagerare'', e, soprattutto, un mondo del vino in rapida espansione, fatto di grandi vini e terroir - al centro di importanti investimenti - la Puglia ha tutte le carte in regole per entrare a far parte delle migliori destinazioni al mondo in cui si fa turismo del vino. Un importante riconoscimento internazionale, che sara' celebrato da un ricco programma di iniziative promosso dalla Regione Puglia ed illustrato il 18 gennaio a Roma. 

21 gennaio 13

Turismo: istituito Piano strategico per lo sviluppo

Turismo: istituito Piano strategico per lo sviluppo

Presentato il Piano strategico del Turismo dal ministro del Turismo, Piero Gnudi, che ha svolto nel Consiglio dei ministri del 18 gennaio una relazione sui contenuti e sulla metodologia di lavoro che ha portato alla stesura del primo "Piano strategico per lo sviluppo del turismo in Italia". E il Consiglio dei ministri ha preso atto del lavoro istruttorio finora fatto.

Il documento, sulla base di un'analisi sistematica del settore turistico, individua i fattori di criticità, attrattività e competitività del nostro Paese nel contesto internazionale e prospetta un quadro di linee guida strategiche per il consolidamento e il rilancio dell'intera filiera. 

Nelle premesse al Piano si evidenzia che il contributo del turismo al prodotto interno lordo dell'Italia ammonta a oltre 130 miliardi di euro (circa il 9% della produzione nazionale) e le persone impegnate in questo settore sono circa 2,2 milioni (un lavoratore su dieci).

"Questo piano strategico - ha affermato il ministro Gnudi - costituisce un primo passo per indirizzare questa evoluzione al fine di consolidare il vantaggio competitivo dell'Italia e di contribuire allo sviluppo dell'economia e alla creazione di nuovi posti di lavoro. Secondo alcune stime conservative, le azioni contenute in questo piano possono tradursi in circa 30 miliardi di Euro di incremento del PIL e in 500.000 nuovi posti di lavoro entro il 2020. Si tratta di un'opportunità che il Paese non può non cogliere e di una responsabilità inderogabile verso le nuove generazioni".

 

Link di approfondimento:  Sistema Puglia
14 gennaio 13

Puglia unica regione italiana selezionata fra le top ten Wine Travel destination nel mondo per il 2013 da Wine Enthusiast

Puglia unica regione italiana selezionata fra le top ten Wine Travel destination nel mondo per il 2013 da Wine Enthusiast

La Puglia è una delle "THE TOP TEN WINE TRAVEL DESTINATION" in the world per il 2013. Il riconoscimento viene dalla prestigiosa rivista statunitense Wine Enthusiast che si occupa di turismo enogastronomico ed è una delle più diffuse in USA. La Puglia sarà l'unica regione d'Italia a fregiarsi di un tale titolo quest'anno ed è in ottima compagnia con altre regioni enoturistiche come Monterey-California, Willamette Valley-Oregon e Long Island NY negli Stati Uniti, Rioja- Spagna, Douro-Portogallo e Danube-Austria in Europa e Hunter Valley-Australia, Stellenbosch¿Sud Africa, Val de Vinhedos-Brasil. La rivista ha realizzato un ampio servizio giornalistico per celebrare il riconoscimento della Puglia, che sarà pubblicato nel numero di febbraio. La giornalista Monica Larner, corrispondente in Italia, è stata ospite in Puglia in occasione di uno degli educational organizzati dal Movimento Turismo del Vino. L'elenco delle cantine di Puglia che aderiscono al Movimento sono anche in Campagna e Sapori, una delle cartoguide di Discovering Puglia, l'iniziativa ideata dall'Agenzia regionale del Turismo,Pugliapromozione, che ha messo in rete per la stagione invernale oltre seicento attività gratuite di turismo "esperienziale" in quattro aree di interesse Arte e Cultura, Natura e Sport, Riti e Tradizioni e appunto Campagna e Sapori. Il turismo enogastronomico con Cantine & Masserie ha accompagnato anche le iniziative per l'estate di Puglia Open Days che lo scorso anno ha registrato più di centomila presenze e che prosegue anche nell'estate 2013.

10 gennaio 13

Culturanze, nuova inziativa per la vacanza culturale

Culturanze, nuova inziativa per la vacanza culturale

Bassa stagione, poca confusione, vacanza culturale.
E' la ricetta di Culturanze, il circuito di strutture ricettive che propone un nuovo ed originale modo di unire la vacanza con la cultura durante la stagione dolce.
Le strutture ricettive extralberghiere (case vacanza, agriturismi e b&b)  cha aderiscono al circuito Culturanze offrono gratuitamente un alloggio a settimana ad artisti e studiosi in cambio di un loro contributo culturale ed artistico.
I turisti, ospiti delle strutture del circuito,  potranno assistere sia agli eventi della struttura in cui alloggiano sia agli eventi delle altre strutture aderenti.
Il periodo in cui Culturanze è attivo va dal 04 maggio al 15 giugno e dal 14 settembre al 12 ottobre 2013.
L'idea è semplice ma ricca di sfaccettature. Per ulteriori informazioni e approfondimenti www.culturanze.it.
Video e foto della scorsa edizione sono su  http://www.facebook.com/culturanze
Il numero massimo di strutture ricettive extralberghiere ammesse per la stagione 2013 sarà di venti unità.
I gestori di strutture ricettive (per quest'anno solo salentine) che intendono aderire al circuito Culturanze possono scrivere a info@culturanze.it per avere maggiori informazioni su costi, condizioni e contratto di adesione.
 

Link di approfondimento:  www.culturanze.it
9 gennaio 13

Regione Puglia, Turismo: soppresse tasse su concessioni regionali

No image

Dal 1° gennaio 2013 sono soppresse le tasse sulle concessioni regionali di cui al punto 4 della "TARIFFA" relativa a "IGIENE E SANITA" e al punto 8 della "TARIFFA" relativa a "TURISMO E INDUSTRIA ALBERGHIERA", allegate alla legge regionale 4 dicembre 2001, n. 31 (Disposizioni di carattere tributario)'.
E' quanto stabilisce, nell'ambito delle disposizioni tributarie, l'articolo 8 della Legge Regionale n. 45 del 28 dicembre 2012 ("Disposizioni per la formazione del bilancio di previsione 2013 e bilancio pluriennale 2013-2016 della Regione Puglia").

Link di approfondimento:  tributi.regione.puglia.it
14 dicembre 12

Il Turismo in Europa resiste alla crisi

Il Turismo in Europa resiste alla crisi

L'ITB World Travel Trends Report prevede un aumento del numero di viaggi da e verso l'Europa - Numero stabile dal Nordeuropa, mentre si tende a viaggiare di meno dall'Europa meridionale: una conseguenza della crisi finanziaria
Berlino, 26 novembre 2012 - La situazione economica europea ha effetti molto diversi nei vari comparti dell'industria turistica del continente, ma l'andamento complessivo resta ancora lusinghiero. Questo è uno dei risultati dell'ITB World Travel Trends Report, prodotto da IPK International per conto di ITB Berlin. Secondo questa relazione, nel 2013 i cittadini europei viaggeranno ancora di più all'estero e nello stesso tempo l'Europa può prepararsi a un maggior numero di arrivi.
Il numero di soggiorni all'estero e le spese sul posto sono aumentati di circa il due per cento nell'anno in corso, ma con diversi cambiamenti nel comportamento dei turisti europei: per esempio, il turismo nelle località marine è diminuito dell'uno per cento, rispetto a una crescita di circa il 14 per cento dei viaggi in città. I viaggi brevi, da uno a tre pernottamenti, sono aumentati del dieci per cento e i soggiorni all'estero per affari dell'otto per cento.
Italia, Spagna e Portogallo hanno approfittato dell'aumento dei viaggi dall'Europa orientale. L'Italia ha avuto una crescita del due per cento nel settore Incoming, ovvero negli arrivi dall'estero, in particolare da Russia e Polonia, che hanno compensato il leggero calo degli arrivi da Germania e Gran Bretagna. La situazione è analoga in Spagna e Portogallo, con una crescita dell'incoming del tre per cento in entrambi quei Paesi.
Questa relazione ha rivelato anche che gli europei viaggiano più spesso in Paesi lontani, con un incremento di circa il quattro per cento dei viaggi a lungo raggio. Questo sviluppo avvantaggia in modo particolare il Nord e il Sudamerica, oltre alla regione Asia/Pacifico, con una crescita che va dal due all'otto per cento circa. I viaggi brevi in Europa e nei Paesi mediterranei sono aumentati del due per cento.

Il comportamento dei cittadini europei riguardo ai viaggi presenta un quadro differenziato
L'incertezza economica in alcuni Paesi europei si riflette anche nel turismo. Per esempio, il numero dei viaggi all'estero dall'Italia è diminuito del cinque per cento, con un calo del due per cento dalla Spagna. Invece la situazione è rosea per quanto riguarda svizzeri e norvegesi, che approfittano della loro valuta forte con una crescita rispettivamente del dieci e del sei per cento del loro turismo estero. Nonostante un'economia solida, i tedeschi sono rimasti a un livello stazionario e anche i viaggi all'estero degli inglesi sono aumentati appena dell'uno per cento.
L'Europa rimane una meta attraente nonostante le turbolenze economiche e politiche. Il numero di visitatori di altri Paesi europei e di altri continenti in Spagna, Germania e in molti Paesi dell'Europa centro-orientale è aumentato di oltre il cinque per cento. La debolezza dell'euro e il dollaro forte hanno infatti contribuito a rendere il nostro continente una destinazione turistica molto apprezzata, p. es. dagli americani. Anche il Giappone ha ritrovato un posto fra le mete turistiche e si sta riprendendo sempre più dopo le catastrofi del 2011. Cina, India, Brasile e alcuni altri Paesi sono nuovi mercati sempre più importanti con una forte espansione del ceto medio. Per queste ragioni si prevede per l'anno prossimo una crescita dall'uno al tre per cento delle visite in Europa da parte di viaggiatori di altri continenti.

Cauto ottimismo nelle prospettive per il 2013
Le tensioni economiche in Europa non bastano a impedire prospettive leggermente positive per l'anno prossimo. L'ITB World Travel Trends Report prevede una crescita complessiva moderata dei viaggi all'estero dei cittadini europei, intorno al due per cento. In Europa, solo una persona su tre dichiara che la crisi si rispecchierà nel 2013 sulle sue attività turistiche. In Russia si prevede un aumento dei viaggi all'estero del nove per cento, da confrontare con una crescita rispettivamente del cinque e del tre per cento in Gran Bretagna e Germania. Il 28 per cento dei cittadini europei intende viaggiare di più nel 2013, mentre il 21 per cento ha dichiarato di voler viaggiare di meno.
L'analisi del dr. Martin Buck, direttore del Centro competenze per Viaggi e Logistica di Messe Berlin: "I risultati di questa relazione mostrano i molteplici effetti dell'andamento economico sulle previsioni per il turismo europeo. Le variazioni dei flussi di viaggiatori indicano che i vari Paesi europei dovranno prepararsi a una domanda ancora più variegata. Nel contempo, però, in genere possono guardare positivamente all'anno prossimo."
Il World Travel Monitor Forum è un incontro tenuto a Pisa, istituito dall'impresa di consulenza IPK International con ITB Berlin nel ruolo di promotore, in cui esperti e scienziati di tutto il mondo attivi nel settore turistico presentano ogni anno le statistiche attuali e gli ultimi trend del turismo internazionale.
I risultati dettagliati delle varie indagini verranno presentati nell'ITB World Travel Trends Report, pubblicato ai primi di dicembre sul sito www.itb-berlin.com. Questo documento si basa sulle stime di una cinquantina di esperti turistici di 30 Paesi, un'analisi dei trend nei principali mercati d'origine appositamente condotta da IPK e i dati principali del World Travel Monitor, il più grande studio continuo del comportamento globale dei viaggiatori di circa 60 Paesi. Questi risultati mostrano i trend che si sono manifestati nei primi otto mesi del 2012. I risultati a fine anno con le prospettive aggiornate per il 2013 verranno presentati al Congresso ITB Berlin da Rolf Freitag, CEO di IPK International.

14 dicembre 12

Parte SPOT: dal 1 Gennaio obbligatorio l'invio dei dati statistici per via telematica. Tanti i vantaggi per gli operatori.

No image

Dal 1 gennaio 2013 la trasmissione dei dati statistici sul movimento turistico dovrà avvenire esclusivamente per via telematica attraverso il Sistema Puglia per l'Osservatorio Turistico (SPOT), accessibile dal sito istituzionale dell'Agenzia Regionale "Pugliapromozione" www.agenziapugliapromozione.it
A partire da novembre 2011 è stata condotta una vasta sperimentazione del sistema, che ha visto il coinvolgimento di numerose strutture ricettive regionali e che ha portato a migliorare notevolmente il sistema realizzato. Dal prossimo 1 gennaio 2013, invece, il sistema diventa obbligatorio e sostituisce qualunque altra forma di trasmissione dei dati sul movimento turistico attualmente utilizzata. La rilevazione in Puglia, a partire dai dati riferiti a gennaio 2013, si uniforma ai dettami della L.R. n. 18/2012 (art. 9). Gli operatori che non hanno aderito alla sperimentazione, sono tenuti a trasmettere obbligatoriamente il modulo di adesione a SPOT (link SPOT). Di conseguenza, ogni struttura ricettiva, al momento dell'attivazione del sistema SPOT, deve indicare le presenze del 31 dicembre 2012 e deve trasmettere tutta la movimentazione relativa al periodo intercorso tra il 1 gennaio 2013 e la data di attivazione di SPOT, inserendo i dati di tutti gli arrivi e di tutte partenze avvenuti nel periodo. Anche le strutture ad apertura stagionale devono provvedere, al 1 gennaio 2013, a confermare lo stato di "esercizio chiuso" indicandone il periodo.

La rilevazione del movimento clienti negli esercizi ricettivi è un'indagine totale a risposta obbligatoria che viene svolta con periodicità mensile dall'Istituto Nazionale di Statistica ISTAT e che ricopre un ruolo fondamentale per una migliore programmazione turistica e territoriale. Al fine di ridurre la complessità organizzativa ed i costi gestionali della rilevazione statistica e di migliorarne il livello informativo, l'Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e l'Agenzia regionale del turismo Pugliapromozione, in collaborazione con la società in-house InnovaPuglia S.p.A., hanno realizzato il sistema SPOT.

Informazioni e contatti +39 080 4670295 - spot@viaggiareinpuglia.it

Cos'è SPOT

Il sistema SPOT - Sistema Puglia per l'Osservatorio Turistico, componente del Sistema Informativo Regionale Turistico (SIR-Tur) della Regione Puglia, si rivolge direttamente agli operatori turistici, consentendo di acquisire i dati di movimentazione durante le operazioni di check-in/check-out e di trasmetterli utilizzando la rete Internet; inoltre, ridefinisce il modulo di rilevazione statistica, includendo ulteriori dati oltre a quelli richiesti dai modelli ISTAT, pur nel rispetto del segreto statistico e delle norme sulla protezione dei dati personali.
Il sistema tende a semplificare la compilazione ed evitare la consegna manuale dei modelli da parte delle strutture ricettive, attraverso la realizzazione di due componenti (SPOT completo e SPOT Base) per la rilevazione turistica che consentono:

  • SPOT Completo consente ai gestori delle strutture ricettive che non utilizzano un proprio gestionale e che dispongono di un collegamento internet, di gestire i dati di arrivi e partenze degli ospiti e di trasmetterli telematicamente. Inoltre, consente di automatizzare l'adempimento degli obblighi di legge in materia di pubblica sicurezza, generando automaticamente la schedina degli alloggiati sia nel formato per la trasmissione cartacea sia nel formato per la trasmissione telematica in collegamento con il progetto nazionale "Alloggiati Web" e in accordo con la Questura della Provincia di competenza;
  • SPOT - Base consente ai gestori che utilizzano un proprio software gestionale di registrazione dei dati statistici e che dispongono di un collegamento internet, di inviare telematicamente i dati generati dal programma gestionale, appositamente predisposto con le specifiche definite da InnovaPuglia per esportare il file di dati.